Emergenza grandi predatori " lupi e orsi ,,

FB_IMG_15603595823211.jpg Matteo Salvini

                                                                          Ministro Sergio Costa

                                                                       Governatori delle Regioni

 

Oggetto: Emergenza Lupi

 

Nel corso degli ultimi anni sono diventati sempre più frequenti e diffusi gli attacchi da parte di lupi ad animali di fattoria.

Un fenomeno che se può essere ritenuto “conosciuto” in zone di montagna o alta collina è oggi una realtà diffusa lungo tutto il territorio Nazionale.

Innumerevoli sono gli episodi che si sono verificati in diverse località di  montagna, prima collina, campagna e periferie cittadine.

Occorre perciò prendere atto di una situazione “anomala” con cui occorre confrontarsi.

 

Il mondo agricolo, montano, collinare quanto di pianura, da tempo fa i conti con la presenza sempre più diffusa di una fauna che costantemente distrugge raccolti e terreni.

Il tema dei grandi predatori e in particolare lupi e orsi è però diverso.

Oltre al danno economico che ogni allevatore subisce in termini di capi perduti vi è certamente un rischio, reale e percepito, con cui dobbiamo fare i conti se vogliamo preservare la vivibilità dei nostri territori e continuare e produrre le  nostre eccellenze.

 

  1. La presenza tanto del Parco delle Foreste Casentinesi quanto di diverse aree su tutto il territoorio nazionale è evidente che crea tutte le condizioni perché la fauna, prede e predatori,  crescano e si riproducano con grande intensità, mettendo a rischio il settore zootecnico e tutto l'indotto che ci ruota intorno con ingenti danni all'economia nazionle.

 

Risulta inoltre evidente che la presenza di lupi ed orsi in zone antropizzate o centri abitati non avvezzi a queste “visite”potrebbe creare vere e proprie situazioni di pericolo mettendo a rischio l'incolumità degli abitanti.

 

 

Di fronte ad ogni situazione possono esserci diverse risposte di certo però non si può continuare a far finta di nulla.

 

Con la presente raccolta firme chiediamo che le istituzioni quanto i rappresentati sollecitati si attivino al fine di promuovere le azioni che si riterranno più utili alla gestione del fenomeno sopra descritto.

 

Certi di una risposta quanto di un reale interessamento si pongono cordiali saluti.

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Pedron Claudio a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Facebook