I BIMBI RAPITI E ALIENATI DA UNO DEI GENITORI

Il mio grido d'aiuto.
Vi prego ascoltatelo..
SONO QUASI DUE ANNI CHE CHIEDO AIUTO A CHIUNQUE, MANDO MAIL, MESSAGGI, CONDIVIDO IL POST, A PERSONAGGI NOTI DI TUTTI I GENERI E ANCORA NESSUNO CHE MI ABBIA CONTATTATA NE AIUTATA!
Ho contattato Barbara D'Urso, Le Iene, Striscia la notizia, Di Maio, Salvini, Chi l'ha visto, chiunque potesse smuovere in maniera mediatica queste atroci ingiustizie sui minori e sulle famiglie, ma nessuno ha avuto la decenza di rispondermi! Nessuno ha avuto il coraggio di affrontare un argomento simile, forse per disinteresse, forse per negligenza, forse perché a loro questo non succede perché non sono dei poveri cristi dimenticati da Dio come me...
MI SENTO ABBANDONATA DA DIO E DALLE ISTITUZIONI! È UNA VERGOGNA! PREGO CHIUNQUE POSSA AIUTARMI ANCHE SOLO PARLANDO DI QUESTA SITUAZIONE..(posso fornire ogni prova e documento della storia per verificare la veridicità del mio assurdo accaduto!).

Io non posso credere che dopo un 1 e 9 mesi la giurisdizione non muova ancora un dito!!! Non posso credere che il giudice e la ctu, pur avendo appurato e confermato la palese presenza dell'alienazione parentale da parte del padre, continuino a grattarsi senza emettere un decreto per farmi rivedere mio figlio!!! NON POSSO CREDERE CHE LA GIUSTIZIA ITALIANA POSSA PERMETTERE A UN PLURIPREGIUDICATO DI RAPIRE UN FIGLIO E PRIVARLO DI UNA MADRE PER IL GUSTO DI ROVINARLE LA VITA E QUELLA DI SUO FIGLIO!! SONO UN ANNO E NOVE MESI SENZA VEDERE IL MIO BAMBINO!!! E TUTTI SE LO FANNO SCIVOLARE ADDOSSO... Mi dicono che non devo parlare...che devo stare zitta ad aspettare.. Mi dicono che non devo condividere le foto di mio figlio sorridente insieme a me..ma perchè? Io non ce la faccio piu a tacere!! Tutti devono sapere cosa stanno facendo a me e al mio bambino che ora ha 6 anni e mezzo e che non sento da TROPPO TEMPO!!!! RIVOGLIO MIO FIGLIO!!!
Aiutatemi a sbloccare quest'assurda situazione!
Tutto inizia da qui...
Mi è stata sospesa la potestà genitoriale nel dicembre 2017 con motivazione "in via cautelare"; con "cautelare" il giudice ha tenuto conto delle accuse del padre (pluripregiudicato) di mio figlio, che mi accusa, senza alcuna prova, di essere una madre "pazza e violenta", non tenendo minimamente in considerazione le prove che ho (come le dichiarazioni delle maestre d'asilo e delle assistenti sociali) che dimostrano il contrario.
Il padre di mio figlio, dopo che io accompagnai mio figlio alle 09:00 in classe, ha rapito il mio bambino il 16/10/2017 alle ore 10:15 dall'asilo ingannando le maestre e facendo credere loro che io fossi ricoverata in ospedale per aver tentato il suicidio, cosa ovviamente non vera, dimostrata anche dal fatto che lo stesso giorno andai a riprendere il mio bambino all'uscita d'asilo alle ore 16:00 scoprendo ciò che era accaduto dalle maestre stesse, incredule come me di tutto ciò.​ 
Da allora non vedo ne sento il mio bambino che addirittura mi viene vietato di sentire e vedere. Nel mentre mio figlio continua a manifestare gravissimi disagi psicologici attestati dalla neuropsichiatria infantile (SUD); nell'agosto 2018 viene condotta una CTU su di me, sul padre di mio figlio, e su mio figlio, richiesta direttamente dalla Giudice, terminata nel novembre 2018, dove viene attestata la presenza di alienazione parentale da parte del padre di mio figlio su mio figlio, l'aspetto caratteriale violento di del padre di mio figlio, il forte disagio psicologico grave che mio figlio, convinto che, "mamma è cattiva, mamma mi picchia sempre", gli vengono inculcati dal padre e dalla famiglia di lui, e la mia fragilità e i traumi che tutto ciò mi sta creando.
Dal novembre 2018, data di termine della CTU, ad oggi, nessun decreto è ancora stato emanato per il ripristino dei rapporti madre-figlio ne il ripristino del mio diritto alla genitorialità! Le assistenti sociali che stanno seguendo il mio caso, sono alibite e hanno scritto al giudice una lettera i primi di aprile di quest'anno chiedendo l'immediato ripristino dei rapporti madre-figlio anche con loro supporto e garantendo degli incontri protetti. Ma il giudice fa i suoi comodi e non ha risposto nemmeno a loro.

Ora io vi chiedo aiuto per motivare chi sta seguendo la mia causa.
Sono una mamma come voi.. Sono un genitore a cui è stato strappato il cuore.
E se questo scempio crudele è successo ad una persona comune come me, potrebbe accadere a chiunque sotto gli occhi di tutti inermi davanti alle decisioni illegittime, arbitrali e errate di coloro che ci strappano i figli!
Vi ringrazio tantissimo in anticipo.

Elisabetta La Forgia.


Elisabetta La Forgia    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Elisabetta La Forgia a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Facebook