Piazza Giorgio Armani a Milano

Giorgio Armani, milanese di adozione, è diventato il simbolo della città di Milano ed è oggi la vera incarnazione di Milano e dei milanesi: Giorgio Armani merita che sia celebrata la sua vita e il suo successo e che gli sia dedicata una delle piazze più importanti e trafficate di Milano, l’attuale piazzale Cadorna.

Pochissimi cittadini milanesi sono mai stati meritevole di celebrazione e di memoria tanto quanto Giorgio Armani, e difficilmente altri lo saranno in epoca moderna. Uomo umile e raffinato, non si è mai fatto notare per la sua presenza nelle cronache mondane o politiche ma per i suoi successi imprenditoriali e sportivi in ambito internazionale e per la sua attenzione all’ambito sociale, e ha attirato i riflettori su Milano e l’Italia con l’esempio della propria personalità e della grande generosità.

Giorgio Armani ha dimostrato durante tutta la propria vita un cuore munifico e discreto e una grande umanità, con iniziative di beneficienza spontanea frutto della gratitudine e della riconoscenza nei confronti della vita che ha interpretato come l'espressione sublime delle infinite opportunità che vengono offerte alla creatività umana.

Giorgio Armani rappresenta l'intraprendenza, la volontà, la frizzantezza, la freschezza intellettuale e la sobrietà dell'imprenditore milanese di poche parole ma di tanto "olio di gomito", e ha regalato a Milano successo e notorietà, diventando il cittadino milanese più noto al mondo, sia come testimonial della creatività italiana, sia quale simbolo e parametro di eleganza.

Giorgio Armani ha regalato e regala ogni anno a Milano successi anche in ambito sportivo, attraverso la squadra di pallacanestro, l’Olimpia Milano: l’investimento nella pallacanestro dimostra come Armani ritenga lo sport un “valore” da perseguire piuttosto che un’“impresa” da realizzare, stante l’inesistenza dell’apporto economico della squadra al bilancio del Gruppo Armani.

Sicuramente l’investimento nella pallacanestro, realizzato oramai da oltre un ventennio, fu piuttosto pensato come progetto a lungo termine che offrisse dignità e visibilità a uno sport considerato “minore” da sempre: con l’avvento di Giorgio Armani la squadra Milano si è affermata in Italia e poi in Europa accompagnata dallo spirito di una competizione rispettosa ed elegante.  

Ancora, ultimamente, se ancora ce ne fosse stato bisogno, a seguito dell’emergenza sanitaria che ha coinvolto il mondo intero per il virur Covid-19 Giorgio Armani dimostra il proprio affetto per Milano spostando da Parigi a Milano la presentazione delle proprie collezioni Giorgio Armani ed Emporio Armani uomo e donna, diventando così simbolo di orgoglio nazionale e mettendo Milano al centro dell’attenzione mondiale quale simbolo di rilancio e ripartenza dell’economia nazionale.

Al contrario, è la storia che ha decretato come Piazzale Cadorna sia impropriamente dedicata ad un generale dell’esercito italiano della Prima guerra mondiale, colpevole di inutili massacri e di fucilazioni sommarie, e che ha sacrificato consapevolmente con ordini volontari e controproducenti la vita di decine di migliaia di uomini arrogandosi il diritto di affermare il proprio valore attraverso la morte inutile e inefficace di soldati male organizzati e non equipaggiati: laddove si voglia ricordare la Prima guerra mondiale i Caduti provocati da Cadorna avrebbero meritato memoria piuttosto che il loro artefice.

Milano, intitolando la Piazza a Giorgio Armani, rimetterebbe giustizia nella propria storia: Milano sposterebbe la propria misura del valore della Città verso l’idea del Fare e del Donare, assurgendo a simbolo il cuore e la generosità di un Uomo che tanto ha costruito, piuttosto che su quella del Distruggere e dell’egoistico personalismo che ha guidato le azioni del controverso e tanto criticato generale Cadorna.     


Stefano Locatelli    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Stefano Locatelli a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Facebook