Wifi libero contro l'isolamento del Covid

Contatta l'autore della petizione

In condivisione di solidarietà

2020-05-05 03:42:47

Ciao,

voglio ringraziarti per avere aderito alla petizione, adesso ti chiedo di regalarti un paio di minuti del tuo tempo, per un importante gesto nel condividere ancora tra i tuoi amici, un modo per capitalizzare quello cha hai fatto firmando.

È arrivato il momento di impegnarsi maggiormente, di chiedere ai tuoi amici di fare altrettanto firmando e condividendo. Perché questa non è una battaglia solo mia e tua, che, probabilmente non abbiamo necessità. Questo successo sarà per tutti coloro che hanno bisogno.

La forza di una catena è sempre l'anello più debole, diamo un segnale forte!

Impegniamoci affinché questa non sia solo una semplice petizione, ma una catena di persone, tra cui molti anche sconosciuti, ma uniti per ottenere una piccola cosa dai grandi contenuti. Una catena di persone, che chiedono l'applicazione di un servizio, che si trova già nelle nostre abitazioni, ma che poteri commerciali rivendono per lucro!

Il pari diritto allo studio, non è un lusso da comprare!

Se ci dimentichiamo degli altri ci sarà sempre qualcuno che si dimentica di noi.

E ci sarà sempre qualcuno che è altro da noi.

Saremmo un’umanità mutilata.

La solidarietà non va in quarantena, a maggior ragione quando la quarantena deve essere garantita nel modo migliore.

 

Grazie per il tuo tempo

Ludovico 


Ludovico Gippetto, presidente della ass.no profit EXTROART



Condividi questa petizione

Aiuta questa petizione a ottenere più firme.

Come promuovere una petizione?

  • Condividi la petizione sulla tua bacheca di Facebook e nei gruppi correlati al suo argomento.
  • Contatta i tuoi amici
    1. Scrivi un messaggio in cui spieghi il motivo per cui hai firmato questa petizione, dato che le persone lo firmeranno con maggiore probabilità se comprendono l'importanza dell'argomento.
    2. Copia e incolla l'indirizzo web della petizione nel tuo messaggio.
    3. Inviate il messaggio tramite e-mail, SMS, Facebook, WhatsApp, Twitter, Skype, Instagram e LinkedIn.



Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Facebook