Riapertura del Pronto Soccorso Generale dell ospedale De Luca/Rossano di Vico Equense.

Ospedale de Luca Rossano, Vico Equense. Come si evince dal documento in foto...... Fu chiesta il 21/10/2021 dal Direttore Generale ingegnere G. Sosto, dal Direttore Sanitario Dott. G. D Onofrio e dal Direttore Amministrativo Aziendale dott. G. Esposito la sospensione delle attività di Pronto Soccorso Generale di Vico Equense tranne che per Pediatria e Ostetricia. Inoltre la maggior parte del personale fu trasferito negli ospedali limitrofi (boscotrecase) per meglio affrontare la pandemia del covid. Da quel momento si sono susseguiti nefasti orizzonti per l'ospedale De Luca Rossano ventilando finanche la sua totale chiusura. Ad avallare questa ipotesi sullo sfondo il progetto non ancora avviato del MegaOspedale a Sant Agnello. Credo che sia ormai tempo di alienare questi faraonici progetti che badano essenzialmente  più alla salute economica di alcuni che a quella personale dei cittadini. Supponendo, inevitabile la sua costruzione non si comprende perché non potrebbero insieme (almeno fino al giorno della sua completa attivazione) convivere sia il De Luca Rossano che l ospedale di Sorrento in un area vasta che ne giustifica la presenza. Ricordiamo anche che c è una sola ambulanza e spesso anche impegnata fuori sede su un territorio vasto come quello del comune di VicoEquense e dei suoi 13 casali... Seiano... Massaquano...Moiano e Ticciano


Everde Circolo Iceberg    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Everde Circolo Iceberg a trasferire le informazioni che fornisco in questo modulo a coloro che hanno facoltà su questo argomento.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...