ZTL Melezet

Melezet.jpgComitato ZTL Melezet

All'Illustrissimo Sig. Sindaco di Bardonecchia

OGGETTO: ZTL Melezet  

Gentile Sig. Sindaco,

Le scriviamo a nome di contribuenti non residenti nella Frazione Melezet perché ci sono giunte, attraverso comunicazioni di volta in volta fornite dagli agenti di Polizia Municipale allo sportello, alcune informazioni sulla ZTL di Melezet che ci lasciano perplessi e preoccupati.

Viene infatti riferito dagli agenti che, in base a “nuove disposizioni di servizio”, e perché la Giunta modificherà le norme attualmente vigenti, il numero di targhe disponibili per posto a auto verrebbe ridotto a due, e che non è più considerato possibile ritirare l’auto in un cortile o altro spazio chiuso dedicato.

Tutte queste affermazioni confliggono con il Capitolo 2, comma 1 “PASS COLORATO”   del Regolamento di accesso alla Zona a traffico limitato approvato con delibera di Consiglio Comunale N.° 28 del 29 Giugno 2010 e modificato con delibera del Consiglio Comunale N.° 7 del 22 Aprile 2015 che recita testualmente “Il PASS COLORATO, rilasciato ai proprietari di garage, posto auto coperto o scoperto, sarà riferito ai veicoli degli utilizzatori (max. 6) e verrà rilasciato un solo PASS per ogni posto auto riservato avente accesso in ZTL (qualora si tratti di spazi chiusi dedicati o cortili, verrà rilasciato un permesso ogni 10 mq.)”. Questo almeno è quanto possiamo dedurre dai documenti disponibili sul sito del Comune.

E’ nostro desiderio ricordarLe alcuni aspetti specifici della ZTL di Melezet, che la contraddistinguono rispetto a quelle di Via Medail o di Borgo Vecchio.

1.       L’unico scopo della ZTL di Melezet è di evitare il transito di utenti occasionali di passaggio, stante che all’interno della ZTL non vi sono esercizi pubblici, negozi, o vie a particolare traffico pedonale: in tutto si conta una pizzeria e la Chiesa parrocchiale, che però attira gente solo alla domenica alle ore 11:15. Non si vede perché la ZTL di Melezet debba avere le stesse regole di quella di Via Medail: sono due situazioni completamente differenti.

2.       La limitazione a due auto per posto è assurdamente punitiva: se il posto è uno, non ci si va con tre auto contemporaneamente! Se ne usa una per volta. Tuttavia, anche Lei comprenderà che una famiglia normale (es. nonni ancora attivi, figli, nuore e generi, nipoti) può ben “ruotare” l’uso della seconda casa fra i propri componenti nell’arco dell’anno, senza nulla togliere al fatto che se il garage o il posto auto è singolo, non vi possono certamente entrare due auto! Se ne usa una per volta.

3.       La esclusione dei cortili appare anch’essa inutilmente punitiva, perché abitazioni “vecchie” (e quindi, per inciso, appartenenti a famiglie che da più lungo tempo pagano imposte al Comune di Bardonecchia) si potrebbero venire a trovare in situazioni di sgradevole disagio.

4.       Infine, dato che esistono unità immobiliari (vecchie) prive di posti auto, l’impossibilità di accedere alla propria abitazione (al solo fine di scaricare i bagagli) se non nelle finestre di apertura del varco rappresenta una vera punizione, soprattutto per le abitazioni situate al centro della ZTL. Un pass di solo passaggio risolverebbe il problema, certamente senza “intasare di auto” il bel borgo montano.  

Siamo dunque, Illustrissimo Sig. Sindaco, a porLe alcune domande:

a)      La ZTL come definita dalla delibera 28/2010 modificata dalla 7/2015 è ancora in vigore?

b)      In tal caso, con quale autorità e/o a pro di chi gli agenti di polizia municipale ne modificano l’applicazione?

c)       Se il Regolamento relativo alla ZTL non è più quello pubblicato sul sito del Comune, come mai non vi è libero accesso contenuto per il pubblico, come sarebbe ragionevole (e legalmente dovuto) aspettarsi?

d)      Se infine le azioni degli agenti di polizia municipale sono (forse indebite) anticipazioni di possibili modifiche alle norme sulle quali si vocifera nei corridoi del palazzo comunale, La preghiamo di tenere conto delle osservazioni presentate ai punti 1,2,3 e 4 di questa lettera in sede di discussione in Consiglio Comunale.  

Abbiamo investito soldi nelle nostre seconde case (che potrebbero deprezzarsi a causa di una ZTL troppo penalizzante), portiamo da anni benessere alla comunità residente attraverso i consumi e le imposte: non riteniamo giusto venire danneggiati senza nessun ragionevole motivo ed in carenza di qualsivoglia contropartita misurabile.  

Le saremmo grati se vorrà invitare alla riunione della Commissione o della Giunta che discuterà la questione una rappresentanza dei proprietari interessati, prima che eventuali proposte vengano portate al Consiglio Comunale.  

Con rispettoso ossequio,      

Dott. Luisella Pejrani Baricco   Prof. Edoardo Greppi   Avv. Pier Luigi Amerio   Torino, il 15/9/2019   Segue: Elenco dei firmatari


Giuseppe Baricco, Comitato ZTL Melezet    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Giuseppe Baricco, Comitato ZTL Melezet a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Facebook