Chiarezza nell'etichetta dell'olio extra vergine

Richiesta di trasparenza sull'etichetta in merita alla campagna olearia dal quale si è ottenuto l'olio extravergine.

La normativa dell’Unione europea prevede che l’etichetta dell’«olio extra
vergine» di oliva e dell’«olio di oliva vergine» può riportare l’indicazione della campagna di
raccolta esclusivamente se il 100% dell’olio contenuto nella confezione proviene da tale
raccolta. La campagna di raccolta, quindi, non può mai essere indicata se l’olio
confezionato proviene da una miscelazione di oli di due o più campagne.
Viene data facoltà agli Stati membri di rendere obbligatoria o meno tale indicazione,
precisando che tale obbligo debba riguardare solamente gli oli della loro produzione
nazionale, ottenuti da olive raccolte sul loro territorio e destinati esclusivamente ai mercati
nazionali (quindi, per quanto ci riguarda, l’obbligo interessa solo l’olio italiano
commercializzato in Italia).

La normativa italiana prevede che per l’«olio extra vergine di oliva» e per l’«olio
di oliva vergine» debba essere obbligatoriamente indicata la campagna di raccolta se il
100% dell’olio proviene da tale raccolta. Come la normativa europea, la campagna di
raccolta, quindi, non può mai essere indicata se l’olio confezionato proviene da una
miscelazione di oli di due o più campagne.

In merito alla normativa europea e italiana, chiedo che venga riportata la campagna olearia di entrambe le miscele di olio, di cui è composto l'olio in commercio e il paese di produzione, in questa maniera si tutela il consumatore e anche i produttori.

Come già si è a conoscenza, l'olio ha una shelf life di circa 18 mesi dal momento che viene prodotto, invece la legislazione dice dal momento dell'imbottigliamento. l'olio non è il vino, cioé che più invecchia più diventa buono, anzi proprio il contrario.

Chiedo che il ministro dell'agricoltura obblighi le aziende produttrici a insererire la campagna olearia anche se è una miscela di diversi oli di diverse annate.IMG_20201105_130510.jpg

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Gennaro Di Paolo a trasferire le informazioni che fornisco in questo modulo a coloro che hanno facoltà su questo argomento.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...