APPELLO URGENTE PER RIPRISTINO VISITE AD ANZIANI E MALATI

giornata-malato.jpg

 

AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

AL MINISTRO DELLA SALUTE

AI PRESIDENTI DELLE REGIONI

AI DIRETTORI SANITARI

AI RESPONSABILI DELLE R.S.A. E DELLE ALTRE STRUTTURE ASSISTENZIALI

 

e per conoscenza

AI RESPONSABILI DELLE DIFFERENTI CHIESE CRISTIANE

AI RESPONSABILI DELLE COMUNITÀ EBRAICHE

AI RESPONSABILI DELLE COMUNITÀ ISLAMICHE

AI RESPONSABILI DELLE ALTRE COMUNITÀ RELIGIOSE PRESENTI IN ITALIA

 

 

APPELLO URGENTE PER RIPRISTINO VISITE AD ANZIANI E MALATI

In questi giorni di pandemia da Covid 19, vogliamo richiamare l’attenzione delle Autorità sanitarie e dei responsabili dei centri di cura, su uno degli aspetti più drammatici di questa emergenza pandemica: l’isolamento totale dei pazienti, e in particolare di quelli più anziani, dai loro più stretti familiari.

 

Per ragioni giustificate dai rischi di contagio e dalla gravità della malattia, queste persone, già in stato di estrema fragilità e sofferenza, sono state spesso allontanate dai loro cari e costrette ad affrontare i disagi del ricovero, la malattia e, a volte, la morte, in uno stato di profonda solitudine affettiva, morale e spirituale. Una condizione che, senza voler accusare nessuno, possiamo definire disumana sotto ogni punto di vista, con drammi familiari e gravissime conseguenze anche dal punto di vista terapeutico a causa dell’inevitabile depressione che riduce le capacità di risposta del sistema immunitario delle persone colpite.

 

Visto il progressivo miglioramento della situazione epidemiologica e considerando il fatto che queste persone sono state allontanate dai loro affetti più cari da quasi due mesi, nel pieno rispetto delle dovute misure di sicurezza, chiediamo di ripristinare al più presto la possibilità che i parenti stretti possano visitare i propri cari ricoverati negli Ospedali, nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (R.S.A.) o in altre strutture.

 

Sempre nel rispetto delle misure anti Covid, chiediamo inoltre che venga anche urgentemente garantita la possibilità di assistenza spirituale agli ammalati da parte dei ministri di culto delle varie religioni.

 

Riconoscendo e apprezzando profondamente l’ottimo lavoro svolto dal personale sanitario e assistenziale nei confronti dei nostri cari ricoverati nelle concitate settimane di quest’emergenza pandemica, chiediamo che queste richieste vengano urgentemente accolte, consci che solo esse possono fornire quel supporto psicologico, affettivo e spirituale indispensabile per una celere riabilitazione dei nostri anziani e cari ammalati, conferendo quella carica affettiva e motivazionale che nessun trattamento puramente farmacologico, da solo, può trasmettere (si veda la toccante testimonianza di un anziano ricoverato in una RSA e malato di Covid-19, rivolta ai propri familiari, pubblicata recentemente dal quotidiano digitale Interris.it a questo link).

 

Ringraziando per l’attenzione, un cordiale saluto.

 

(Chi condivide l’urgenza di questa richiesta metta la sua firma nell'apposito box)

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Angelo Ansalone a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Facebook