Basilicata: TAR ricorsi elettorali la negazione della democrazia

FIRMIAMO TUTTI PER UN CONTROLLO DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA SUL TAR DI BASILICATA

Chi ha rigettato il ricorso delle liste ricusate nelle elezioni regionali del 17 e 18 novembre pv ha favorito la lista dove era improponibile il ricorso per mancanza di un atto essenziale...L'avv. Buscicchio e' stato giudice del TAR x 15 anni, poi 3 anni fa si è dimesso ed e' diventato avvocato x le cause della regione Basilicata e di Pittella... Risultato? Le sentenze che potevano fare ricorso tutte rigettate e condannate al pagamento delle spese (allucinanti x importo...) per quella palesemente illegittima si sono trovati (accorgimenti...) a DOC x riammetterla in corsa alla partecipazione (democratica...) si fa x dire a questo punto nel tentativo di mantenere integri gli equilibri di POTERE... Questa secondo voi e' democrazia???Udite udite il TAR Basilicata cosa afferma nella redazione della sentenza sulla lista Pittella: ( laprova della legittimazione è stata fornita successivamente alla scadenza didetto termine. Ciò per i ricorrenti sarebbe consentito, dato che l’art. 10della legge n.108/68 ammette che in sede di audizione dei delegati delle listecontestate vengano depositati nuovi documenti. Nella specie, benchè prodotta,di tale documentazione non si sarebbe tenuto conto.) ma come a noi non fate aggiungere un articolo di legge per altro già contemplato con successive modifiche ed integrazioni e alla lista del potere consentite la consegna di un atto definito (PRINCIPALE???) vi è di più perché. C'è' un passaggio in Cui la data della delega è antecedente a quella delle sottoscrizioni.. Hanno fatto pure i falsi!! Inoltre cosa mai vista prima d'ora sono stati condannati tutti i ricorrenti al pagamento delle spese di giudizio in favore delle Amministrazioni Statali resistenti, che vengono liquidate, ai sensi del D.M. n. 140 del 20.7.2012, in complessivi 5.000,00 € oltre IVA e CPA.

CHIEDIAMO CHE CON URGENZA VI SIA UNA ISPEZIONE DEL CSM presso il TAR di Basilicata rispetto a tutto quanto accaduto.


Giuseppe Di Bello    Contatta l'autore della petizione




Facebook