SIGARETTA ELETTRONICA - NO AL MONOPOLIO

Contatta l'autore della petizione

Questo argomento di discussione è stato creato automaticamente per la petizione SIGARETTA ELETTRONICA - NO AL MONOPOLIO.

bonyelvis

#1

2013-01-02 20:27

Non ha senso monopolizzarle, non contengono tabacco, non c'è combustione, non è fumo ma vapore, sono apparecchi elettronici...
Sarà forse che lo stato ci sta perdendo soldi? ma non vi bastano tutte le tasse che ci mettete?
Volete così tanto far perdere il lavoro a più di 3000 famiglie? Siamo nel 2013 e siamo alle solite! paese di me*da! ma un giorno me ne andrò da quì!
PRESIDENTE

#2 A CHI NUOCE LA GUERRA DEI TABACCHI ?

2013-01-04 17:45

"A pensare male si fà peccato ma spesso si indovina". Purtroppo questa massima è sempre più d'attualità in una società il cui unico scopo è fregare il prossimo pur di trarre profitti. "La Sigaretta elettronica fà male ai polmoni!!" L'ha detto il telegiornale, vi hanno dedicato servizi in tele e radio. Porca zozza come fà male mi son detto! Allora indago!!

Da cosa è composta, vediamo un pò: - Glicole Propilenico: E' un solvente utilizzato per far sciogliere sostanze nei liquidi, è usato sia in campo farmaceutico che alimentare, non è cancerogeno. - Glicerolo vegetale: E' usato per sciroppi, creme e cosmesi, nonchè come additivo alimentare, non è controindicato nemmeno in gravidanza od allattamento. Acqua: Non aggiungo altro. Aromi alimentari: Anche qui c'è poco da aggiungere.

Ove la si vuole c'è anche la nicotina: La nicotina non è cangerogena, da dipendenza si, ma non si muore di nicotina, a meno non la si metta in circolo in dosi notevoli (ad esempio 40 mg per via endovenosa) Come fà a far male la sigaretta elettronica? Allora continuo ad approfondire. Uno studio effettuato da un team di cardiologi afferma a tutto tondo che non fà male al cuore ne alle vene, di contro, immediatamente dopo, uno studio effettuato da uno staff di pneumologi tuona che la sigaretta elettronica procura danni ai polmoni ed alle vie respiratorie.

Cacchio! Il vapore acqueo è pericoloso! Ecco spiegata allora la moria di bambini dediti alla pratica dell'aereosol. Ecco spiegate le stragi nelle cabine delle saune, per non parlare poi di tutta quella gente collassata sui marciapiedi solo perchè uscita di casa con la nebbia!! Approfondisco ancora. Lo staff degli pneumologi Greci che ha lanciato strali contro il vapore acqueo è guidato da una certa Dottoressa Christina Gratziou. Cavolo ma li stanno alla fame, non hanno soldi per curare la gente ed addirittura finanziano stè ricerche. Controlliamo chi ha finanziato realmente la ricerca...

SORPRESONA DI CAPODANNO...la finanziatrice per intero è la casa farmaceutica Pfizer. Accidenti quella casa che con le sue medicine cura il 90% delle malattie causate dal fumo, e indovinate un pò:...leggete cosa produce anche: Champix, farmaco commercializzato dalla Pfizer che ha per indicazione la disassuefazione dal fumo. Devo aggiungere altro o lo fate voi? Buon anno nuovo a tutti!!!!

Questo post è stato rimosso dall'amministratore del sito (Mostra dettagli)

2013-01-05 04:49



Ospite

#4

2013-01-06 04:00

Bravi!!!
Chiunque abbia preso questa iniziativa merita rispetto!

Ospite

#5 LE LOBBY.....

2013-03-07 19:50

LE LOBBY DEL TABACCO, DELLE MEDICINE ANTITUMORALI, DELLE MACCHINE DIAGNOSTICHE ............ E CHI PIU NE HA PIU' NE METTA......... SONO DELLE POTENZE.... POI METTICI LO STATO CHE STA PERDENDO DECINE DI MILIONI DI TASSE SUL TABACCO...... SCHIFO..... MI FA SEMPRE PIU SCHIFO APPARTENERE A QUESTO PAESE

Ospite

#6 Re: A CHI NUOCE LA GUERRA DEI TABACCHI ?

2013-03-07 19:51

#2: PRESIDENTE - A CHI NUOCE LA GUERRA DEI TABACCHI ? COPIO ED INCOLLO..... SU FACEBOOK MAI PIU BEL DISCORSO...

 


Ospite

#7

2013-03-08 01:35

Basta Stato ci hai gia' spremuto abbastanza

Ospite

#8

2013-03-10 22:05

grazie alla sigaretta elettronica ho smesso di fumare da ormai 6 mesi, e non vedo perchè i tabaccai debbano venderle , visto che i negozianti che le vendono sono preparatissimi e gentilissimi. E poi basta con i monopoli che vanno sempre e comunque agli stessi l'Italia ha bisogno di libertà e di nuove idee. Quindi ben vengano i negozi che vendono solo sigarette elettroniche , per una sana e libera concorrenza anche con i tabaccai

Ospite

#9

2013-05-13 10:01

Non fumo da oltre 3 mesi, grazie alla sigaretta elettronica

Ospite

#10

2013-05-13 15:13

Stato lobbista mafioso parassita!!

Ospite

#11

2013-06-30 10:28

Lo stato Italiano si "preoccupa" per la "salute" dei cittadini, infatti applica una tassa per chi cerca di non comprare tabacco e vorrebbe smattere di fumare, usando la sigaretta elettronica, sicuramente meno tossica del Tabacco, ma più nociva per le casse dello Stato!

Ospite

#12

2013-06-30 23:05

Chi mi ha contattato ha la mia piena fiducia per
relazione di amicizia e ho avuto molti suggerimenti
e aiuti da parte sua.
Inoltre non capisco come lo stato rinunci a tante entrate da parte di ditte oneste che contribuiscono
con le tasse che si pagano, pur di avere un monopolio che di suo morirà in poco tempo Se i prezzi fra le bionde e l'eletroniche sarà uguale.
Regolamentazioni Sì, Prepotenza NO!

Ospite

#13

2013-07-02 19:29

IO L'HO FATTO !!!!!!!

Ospite

#14

2013-07-02 20:43

ladriiiiiiiiiiiiiiiiii

Ospite

#15

2013-07-05 18:39

Chi l'ha fatta è un incompetente , anzi è un corrotto, perché è evidente che è stata fatta per favorire i tabaccai e fare chiudere i negozi specializzati . Mi chiedo o chiedo a quel SAGGIO che l'ha studiata dicendo che avrebbe portato alle casse dello stato 114 milione di euro , chi gli li pagherà se i negozi chiuderanno ???? Dovrebbe essere se non erro il ministro della Lega Giorgetti che è laureato in economia, dovrebbe rifare i conti , forse si è sbagliato ( e non ditemi che sono cattivo, a pensare male non si sbaglia mai ) e pensare che è un Varesotto come me !! Che vergogna !!

Ospite

#16

2013-07-13 12:42

Fumatori passate alla sigaretta elettronica, ne vale della vostra salute, parola di ex ( accanita ) fumatrice.

Ospite

#17

2013-07-13 14:26

lo Stato dovrebbe tener conto che la sigaretta elettronica e più salutevole delle tradizionali di tabacco e sarebbe un risparmio per la Sanità nazionale o no?
Godsavethequeen

#18

2013-08-23 17:15

Bravo stato sei sempre il numero uno io appena posso emigro e rifiuto il passaporto italiano poi se la Germania dice che siamo il fanalino di coda de eu ha ragione
Siete dei mafiosi

Ospite

#19

2013-08-27 17:57

no con questi sistemi inaccettabili

Ospite

#20

2013-09-02 13:45

Dal Medioevo ad oggi non è cambiato nulla!!!

Ospite

#21

2013-09-25 12:45

stato infameee

Ospite

#22

2013-12-04 18:36

Lo stato è vessatore! Non rappresenta i suoi cittadini, altrimenti agevolerebbe la vendita delle sigarette elettroniche, ne trarrebbero beneficio le casse dello Stato (Sanità Pubblica) ed i cittadini. Ma noi non siamo in uno Stato siamo in mano a degli strozzini.

Ospite

#23

2013-12-04 18:44

Perchè non facciamo lo sciopero del fumo per mettere in ginocchio lo Stato?.
Durante la dominazione austro-ungarica, i lombardi non fumarono per un certo tempo per protestare e portare a più miti consigli i dominatori.
Oggi siamo sfruttati da coloro che eleggiamo. Il massimo!!!
Mr.Me

#24 Guerra impari

2013-12-11 11:04

Si parla di posti di lavori tolti, con conseguenti investimenti persi, di molte persone. Ma a tempo debito, tanti tabaccai hanno visto un calo netto del proprio volume di affari. Naturalmente parlo da rappresentante di categoria. Noi siamo vincolati ad un regime di monopolio e i margini di guadagno non sono dipesi in larga misura dal nostro operato. Permettere la fruizione di un prodotto sostituto del tabacco, in regime di libera concorrenza, è una politica altamente dannosa per chi in tale mercato opera da moltissimi anni. Non commento in merito all'eticitá del commercio della sigaretta elettronica, che indubbiamente limita i danni di salute dipesi dal fumo. Ma qua non si discute di prevenzione sanitaria, ma bensì di regolamentazioni di un settore, che a tempo debito non ha ricevuto alcun tipo di controllo. Sicuramente il tutto va anche a scapito dell'autoritá statale, sotto forma di maggiori introiti, ma come giá ribadito anche a chi da tanti anni è in un mercato non di certo agevole. A chi ha investito tanto. A chi si trova ad affrantore un grave periodo di recessione, senza poter disporre di mezzi commerciali che consentano un permanenza nel settore. Permettere l'innesto di esercizi che commercializzano sigarette elettroniche a ridosso di tabaccherie segue una ratio altamente scorretta. Non si possono fronteggiare attivitá operate da un monopolio legale con quelle di libera concorrenza. É una guerra ad armi impari.