Petizione popolare per ripristinare il servizio Medico Pediatrico di Base a Poggio Rusco

OGGETTO: Petizione popolare per il potenziamento del servizio Medico Pediatrico di base nel Distretto socio-sanitario di Ostiglia-Destra Secchia

Ill.me Autorità in indirizzo,

con la presente, i seguenti sottoscrittori sono a porgere alla Vs. attenzione la situazione del servizio Medico Pediatrico di base che si è venuta a creare nel Distretto socio-sanitario di Ostiglia-Destra Secchia in provincia di Mantova. A partire da lunedì 12 luglio la dott.ssa Sara Guerresi sarà trasferita dal nostro Distretto a quello di Mantova e il suo posto non verrà più coperto, facendo passare i posti di Medico Pediatra nel nostro Distretto da 4 a 3, in quanto i bambini nella fascia 0-6 anni residenti nel nostro Distretto, e che non hanno scelto un Pediatra di un altro Distretto, sono 1.719 a fronte di un massimale di 600 bambini previsto dall’ACN Pediatria come comunicatoci dal Dipartimento di Cure Primarie di ATS Valpadana.

Noi chiediamo che questa decisione venga rivista in quanto, nell’organizzazione dei servizi sanitari primari, non possono essere considerati solo i freddi numeri ma tutta una serie di fattori che dipendono anche dalla realtà specifica di un Distretto e che incidono notevolmente sulla qualità dei servizi resi ai cittadini, in particolar modo per una fascia estremamente fragile come quella dei neonati e dei bambini.

C’è comunque da considerare un altro parametro numerico che è il rispetto del massimale di pazienti per Pediatra che nel nostro Distretto forse verrà rispettato di pochissimo solo grazie al fatto che le 3 Pediatre in servizio hanno accettato di alzarlo a 1.400 pazienti e perché molte famiglie con figli nella fascia più vicina ai 14 anni sceglieranno di passare sotto il servizio del Medico di base presente in paese. Se anche fosse rispettato il massimale, la qualità del servizio scadrebbe di molto e i tempi per le visite si allungherebbero notevolmente visto il sovraffollamento che dovrebbero subire le 3 Pediatre rimaste, inoltre aumenterebbe di molto il ricorso al pronto soccorso pediatrico presso il reparto di Pediatria dell’Ospedale “Destra Secchia” di Borgo Mantovano andando a compromettere anche l’alta qualità di questo servizio.

La Pediatra che si è trasferita aveva l’ambulatorio con sede nel Comune di Poggio Rusco, il Comune del Distretto con il più alto tasso di natalità e il maggior numero di bambini (300 nella fascia 0-6 anni e 450 in quella tra i 7 e i 14 anni) che ora rimane scoperto e le sedi degli ambulatori delle 3 Pediatre rimaste in servizio distano da Poggio Rusco tra i 15 e i 20 km (Quistello, Ostiglia e Sermide) in quanto il nostro è un Distretto nel centro della Pianura Padana, un territorio rurale costellato di piccoli paesini e distanze ampie. I numeri dettati dalle norme e dai contratti di categoria possono andar bene per le città ma in zone come le nostre sono inapplicabili senza considerare anche altri fattori. Molte mamme non hanno la possibilità di spostarsi autonomamente e dover impiegare un’ora, tra andata e ritorno, per fare una visita significa perdere delle mezze giornate di lavoro (per le fortunate che ce l’hanno ancora).

Inoltre, crediamo che si debba considerare anche il periodo particolare che stiamo vivendo: l’emergenza Covid-19 da SarsCOV2 è stata contenuta grazie ai comportamenti virtuosi, ai lockdown e alla campagna vaccinale ma pare non essere ancora terminata e nuove varianti del virus molto aggressive si stanno affacciando e pare che colpiscano soprattutto i soggetti che non sono stati sottoposti al vaccino come ragazzi e bambini. Inoltre, i mesi più duri dell’emergenza hanno fatto comprendere a tutti quanto sia importante la rete sanitaria territoriale che va rafforzata per essere più efficaci nel combattere queste epidemie. A queste conclusioni è arrivata anche Regione Lombardia che ha avviato una revisione delle L.R. 23 sulla sanità. Ci chiediamo quindi che senso abbia ridurre e comprimere un servizio primario e territoriale come quello del Medico Pediatra in questo momento.

Infine, vorremmo sottolineare che il nostro territorio del Destra Secchia vive da molto tempo il fenomeno dello spopolamento tipico dei territori rurali post boom economico che il terremoto del 2012 e la pandemia hanno acuito. L’Unione Europea, il Governo, Regione Lombardia e tutti gli Enti Locali del territorio hanno cercato da tempo di mettere in campo progetti, risorse e strategie per invertire la rotta, far si che fosse più facile rimanere a vivere nella nostra zona, formare nuove famiglie e aumentare le nascite. Per ottenere questo obiettivo i servizi alla persona e in particolare quelli all’infanzia sono di primaria importanza, dovremmo cercare tutti di incrementarli e non ridurli e impoverirli, così facendo andremo ad abbandonare la nostra terra a un inesorabile declino.

Per tutte queste motivazioni e magari anche per altre che non siamo riusciti a scrivere, chiediamo che venga ripreso in considerazione il numero di posti per Medici Pediatri del nostro Distretto, che venga trovata una soluzione che migliori la situazione attuale di completo abbandono di un posto a tempo pieno e che, in ogni caso, vengano garantite delle giornate di ambulatorio pediatrico di base a Poggio Rusco.

Spesso la politica e i rappresentanti delle istituzioni si riempiono la bocca parlando di sostegno alla natalità e di diritto alla salute, se si inizia a mollare sui servizi minimi essenziali crediamo che non ci sia più niente da incentivare. Grazie per tutto quello che potrete fare, contiamo in una risposta in tempi brevi e per ogni necessità vi preghiamo di contattare il Sindaco di Poggio Rusco Fabio Zacchi nostro referente.

Cordiali saluti.




Ministro della Salute – On. Roberto Speranza; Presidente di Regione Lombardia – Avv. Attilio Fontana; Assessore al Walfare di Regione Lombardia – Dott.ssa Letizia Moratti; Parlamentari della provincia di Mantova; Consiglieri Regionali della provincia di Mantova; Direttore di ATS Valpadana – Dott. Salvatore Mannino; Presidente del Consiglio di Rappresentanza di ATS Valpadana – Sindaco Gianluca Galimberti    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Ministro della Salute – On. Roberto Speranza; Presidente di Regione Lombardia – Avv. Attilio Fontana; Assessore al Walfare di Regione Lombardia – Dott.ssa Letizia Moratti; Parlamentari della provincia di Mantova; Consiglieri Regionali della provincia di Mantova; Direttore di ATS Valpadana – Dott. Salvatore Mannino; Presidente del Consiglio di Rappresentanza di ATS Valpadana – Sindaco Gianluca Galimberti a trasferire le informazioni che fornisco in questo modulo a coloro che hanno facoltà su questo argomento.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...