SALVIAMO LA VILLA COMUNALE "FALCONE-BORSELLINO" - VALGUARNERA CAROPEPE

Care concittadine e cari concittadini,

nel mese di marzo scorso, una forza politica rappresentata in Consiglio Comunale ha denunciato pubblicamente il progetto di riqualificazione urbana della Villa Comunale Falcone-Borsellino voluto dal Sindaco Draià e dalla Giunta Comunale.  Oltre alle contestazioni per le anomalie di natura tecnico-progettistica e per le quali saranno gli Enti superiori a valutarne le carenze e le incongruità, la denunzia si incentrava prevalentemente sulle scelte politiche del Sindaco Draià ed in maniera particolare sulla eliminazione della recinzione (di pregio) in ferro battuto del tratto lungo la via Sant'Elena, sulla totale rimozione delle aiuole e di significative zone verdi e sulla pavimentazione dell’intera area; interventi che trasformerebbero la Villa in una piazza.

Tali decisioni amministrative, oltre ad entrare  in contrasto con i nuovi orientamenti legislativi volti a mantenere ed aumentare le aree verdi per migliorare la qualità dell'ambiente, assumono un  reale atto di violenza civica perché andrebbero a modificare gli usi e gli scopi stessi della Villa nel suo aspetto originario: tranquillità di bambini, adolescenti ed anziani che maggiormente ne fruiscono nonché godimento di protezione per effetto delle alberature nelle ore di maggiore solarizzazione.

La denunzia pubblica evidenziava inoltre l’assenza di interventi di consolidamento dell’area sottostante e, quindi, appare evidente che il milione di euro ottenuto dal decreto di finanziamento sia sovrastimato rispetto alle opere previste in progetto.

La denunzia pubblica, gli articoli di stampa e il dibattito scaturito sui social hanno evidenziato la disapprovazione di molti cittadini rispetto al progetto presentato dalla Giunta Draià, invocando la riconversione del progetto al fine di salvaguardare le aree verdi e la storica destinazione del sito comunale: Villa Falcone Borsellino.

In seguito al dibattito pubblico, l'associazione “Sentinelle Ambientali”, sensibile al rispetto delle tematiche ambientalistiche, ha presentato un progetto alternativo che migliora lo status attuale della Villa salvaguardando la destinazione urbanistica; rispetto al progetto presentato, l’Amministrazione Comunale non ha rielaborato l’originaria proposta progettuale, mantenendo di fatto la trasformazione della Villa in una piazza.      

Pertanto, non volendo assistere inermi ad un inizio lavori che porterebbe innegabili svantaggi all'ambiente ed a tutta la popolazione, chiediamo a TUTTI I CITTADINI di sottoscrivere la presente petizione al fine di sensibilizzare tutte le figure istituzionali, con lo scopo di indurre l'Amministrazione Comunale a modificare il progetto presentato, evitando di cancellare dalla storia del nostro Paese la Villa Comunale.

A tal fine invitiamo tutti a controfirmare i seguenti quesiti:

punto 1.  mantenimento della recinzione in ferro battuto (opera di pregio realizzata nel secolo scorso) della Villa Falcone-Borsellino che si sviluppa lungo la via Sant'Elena.

punto 2. mantenimento delle aiuole e delle alberature esistenti sull'area oggetto di intervento, evitando la totale pavimentazione in pietra lavica di tutta l'area della Villa Falcone-Borsellino prospicente il tratto di via Sant'Elena.

punto 3. rielaborazione del progetto originario, utilizzando le risorse finanziate, con l’inserimento di opere di riqualificazione e consolidamento della parte della Villa Falcone-Borsellino che va in declivio verso la via Europa, senza pregiudicare l'area verde esistente e ripristinando tutti gli accessi laterali.


Comitato promotore Petizione Popolare "Salviamo la villa Falcone-Borsellino"    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Comitato promotore Petizione Popolare "Salviamo la villa Falcone-Borsellino" a trasferire le informazioni che fornisco in questo modulo a coloro che hanno facoltà su questo argomento.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Script executed with success this is not html: Array ( [type] => 2 [message] => Trying to access array offset on value of type null [file] => /home/petitions/public_html/sign_petition.php [line] => 31 )