ticketpiugiusto

PETIZIONE POPOLARE

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA

 

I Sottoscritti cittadini

in considerazione

  • della crisi economica che attanaglia il nostro Paese
  • dei pesanti sacrifici richiesti agli Italiani dalle recenti leggi finanziarie (luglio e agosto 2011)
  • della necessità di mitigare l’impatto negativo della nuova tassa sulla salute imposta dal Governo nazionale e prevista dalla manovra Finanziaria (ticket sanitario aggiuntivo)
  • della necessità di evitare una tassa uguale per tutti i cittadini e per tutte le prestazioni sanitarie che non tiene conto delle loro condizioni di reddito e di spesa
  • della esigenza di applicare un sistema di ticket più equo, che sia differenziato in base alla fascia di reddito del cittadino, calcolata sul reddito lordo complessivo del nucleo familiare o dell’ISEE
  • della necessità di evitare, dati i bassi redditi familiari,  la rinuncia alle cure per motivi economici che determina una flessione dei volumi di lavoro per le piccole imprese sanitarie e di conseguenza anche la riduzione delle risorse umane impiegate

ADERISCONO

ALLA PRESENTE PETIZIONE POPOLARE PER CHIEDERE

  • LA MODIFICA DELLA DELIBERA DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1351 del 20 settembre 2011 SUL TICKET SANITARIO AGGIUNTIVO IN MANIERA PIU’ EQUA, IN MODO DA DIFFERENZIARLO IN BASE A FASCE DI REDDITO DEL CITTADINO E DEI NUCLEI FAMILIARI;
  • L’ADOZIONE DI UN SISTEMA DI TICKET SANITARIO PER FARMACEUTICA E SPECIALSTICA AMBULATORIALE CHE SIA IN LINEA CON QUANTO GIA’ ADOTTATO DA ALTRE REGIONI COME TOSCANA, EMILIA ROMAGNA E UMBRIA.

 

La petizione è promossa dal Comitato di Crisi Sanità Lucana a cui aderiscono:

Fenasp Basilicata – via della libertà, 8 – 85024 Lavello (PZ) tel. 0972/83561

FederLab Basilicata – corso Matteotti, 39 – 75022 Irsina (MT) tel. 0835/518814

Sanità Futura – piazza C. Firrao, 19- 75100 Matera – tel. 0835/331875

 


Comitato di Crisi Sanità Lucana    Contatta l'autore della petizione




Facebook