Plinti in cemento nel piazzale Lavezza di Albinea

Egregio Sindaco di Albinea,

apprendiamo con sorpresa che il 2/4/20 l'amministrazione comunale di Albinea ha approvato la costruzione di 22 plinti in calcestruzzo per la tensostruttura nel piazzale Lavezza per 6.000 € circa di spesa, che  verrà finanziata come MANUTENZIONE E SISTEMAZIONE AREE VERDI COMUNALI.

In un momento come questo, in cui sono stati proibiti dal Governo Italiano e dalla Regione Emilia e Romagna gli assembramenti (e quindi anche le fiere e feste) perchè pericolosi per la sanità pubblica, ci chiediamo per quale motivo e con quale giustificazione è stata finanziata un'opera che riduce la fruibilità globale dell’area del parco Lavezza ai cittadini albinetani e che ha l’unico scopo di rendere più stabili i tendoni che in estate vengono collocati nel piazzale contemporaneamente riducendo il finanziamento della sistemazione del verde pubblico.

Lei recentemente ci ha invitato personalmente a rimanere in casa e ad evitare assembramenti con un messaggio telefonico vocale.

In base al DPCM. del 10 aprile 2020 sono state prorogate fino al 3 maggio 2020 le misure per contenere l’epidemia di coronavirus e quasi sicuramente le fiere e le feste pubbliche verranno sospese almeno fino a settembre.

In Emilia manifestazioni come Exposanità, il Salone del libro per ragazzi, Cosmoprof, Sana, ecc. solo per citare solo le principali, sono state rinviate a settembre o addirittura all’anno prossimo.

A Reggio Emilia la epidemia non ha ancora mostrato segni significativi di rallentamento e il distanziamento sociale rimane una delle poche armi a disposizione per ridurre la diffusione dell’epidemia nei prossimi 4-6 mesi.

Ad Albinea si impedisce ai cittadini (anche singolarmente) di usufruire del Parco Fola e contemporaneamente si vorrebbe incrementare l’affluenza di molte persone (anche da altri comuni e regioni, non ben controllabili dal punto di vista sanitario) nella zona del piazzale Lavezza.

Se il Comune di Albinea ha dei soldi in cassa, li dovrebbe utilizzare per sostenere i cittadini meno abbienti e per fornire alla popolazione i presidi sanitari necessari (mascherine FP2 e FP3, guanti, disinfettanti, camici protettivi, ecc.), invece di realizzare un’opera la cui utilità sociale è discutibile e che forse in futuro non si potrà più usare.

Inoltre le risorse per il finanziamento dell’opera vengono trovate in maniera discutibile (mettere dei blocchi di cemento in un piazzale asfaltato non può essere considerato una sistemazione di area verde comunale).

Noi chiediamo che venga bloccata l’operatività di questo provvedimento.

Se a Lei, primo cittadino di Albinea, sta a cuore la salute dei cittadini albinetani, fermi la sua esecutività, almeno finchè non verrà riaperta ufficialmente la possibilità di fare feste e fiere pubbliche e non verranno chiarite le nuove normative in proposito.

Cordialmente,

Albinea, 23/04/2020

 

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Sandro Reverberi a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...

Facebook