Scuola: sospendere i PCTO o ridurre drasticamente il monte ore minimo.

  Al Ministro dell’Istruzione, On. Lucia Azzolina  

 

A seguito del DPCM del 3 novembre 2020 le scuole secondarie di II grado stanno effettuando una didattica integralmente digitale.

Con questo breve appello vogliamo sollevare una delle problematiche che ciò comporta: quella relativa ai Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento (PCTO), riformulazione dell'alternanza scuola-lavoro.

Nell'emergenza attuale, sia gli studenti, sia i docenti si stanno cimentando nella non facile opera di rendere significativo ed efficace il loro lavoro ed evitare che esso, nelle presenti condizioni e per una durata non prevedibile, diventi molto pesante. Ogni collegio docenti ha adottato un piano per rivedere molti aspetti della didattica. La normalità scolastica non c'è più. In queste condizioni, mantenere le normali richieste sui PCTO risulta insostenibile. Non si tratta qui di discutere delle fondamenta di questa innovazione, ma di prendere atto dell'attuale stato emergenziale.

Chiediamo un urgente intervento normativo volto a sospendere la necessità dello svolgimento dei PCTO da parte delle studentesse e degli studenti, o quantomeno a ridurre drasticamente il numero minimo di ore richiesto dalle norme vigenti.    

 

I promotori,

docenti presso il Liceo “G. Ricci Curbastro” di Lugo (RA), in ordine alfabetico:

Riccardo Albonetti, Donata Andraghetti, Marina Bacchini, Franca Ballardini, Paola Bassi, Noemi Bentini, Daniela Bertuzzi, Alessandro Capodanno, Anacleta Coatti, Cristina Contessi, Bruno Conti, Tiziana Donati, Silvia Emiliani, Silvia Faccani, Caterina Gemelli, Alessandra Lovatti, Federica Mazzoli, Mary Isabel Mc Lean, Elisabetta Medici, Federica Melandri (Matematica e Fisica), Davide Morelli, Tamara Negrini, Pietro Poggiolini, Igor Polgrossi, Silvia Pozzati, Nora Rasini, Maria Federica Ricci, Cinzia Rossi, Giulio Santagada, Maria Caterina Spada, Catiana Taglioni, Angela Tampieri, Luca Vancini, Raffaella Zama, Filippo Zanini, Obriana Zanzi, Andrea Zirotti      

 

Questa petizione verrà caricata sul sito di petizioni online Petizioni.com e aperta alla firma dei docenti delle scuole secondarie di secondo grado;   i sottoscrittori dovranno indicare cognome, nome e istituto di lavoro.

La petizione verrà inoltre inviata dai promotori a tutte le organizzazioni sindacali e politiche, provinciali, regionali e nazionali, chiedendo di sostenerne la richiesta nelle sedi opportune e di invitare i docenti a sottoscriverla. Ogni altra azione di corretta diffusione della petizione, ad opera di chiunque, è non solo benvenuta, ma incoraggiata.

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Andrea Zirotti a consegnare la mia firma a coloro che hanno potere decisionale in merito a questo problema.


O




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...