RIAPERTURA DELL'UNITA' SPINALE DI PASSIRANA

Ciao a tutti, in seguito ad incidenti stradali, molte persone riportano lesioni midollari. Per fare la riabilitazione servono i reparti di unita' spinale.
Purtroppo negli anni la regione lombardia ha deciso di chiudere varie unità spinali, tra cui quella di Passirana, pensando che non sono necessarie e che possano essere ricoverati in qualsiasi reparto. Le persone con lesioni midollari vanno seguite da personale con esperienza delle problematiche riportate (anche negli anni a seguire dopo la rabilitazione sono necessarie visite e cure) e NON possono essere ricoverati in qualsiasi reparto se poi non sanno occuparsi di loro. Ci sono persone che sono mesi e mesi che aspettano che si liberi un posto letto al Niguarda, che è lunica unita spinale rimasta in lombardia e che non può certo far miracoli. Chiediamo al Presidente Fontana di far rispettare l'emendamento firmato a maggio del 2020 dal consiglio regionale per la riapertura dell'unità spinale dell'Ospedale Casati di Passirana di Rho (MI).
La notra associazione è legata da molti anni all' unità spinale di Pasirana e vogliamo tutelare non solo i vari pazienti ricoverati negli anni che non sanno più dove andare, ma tutte le persone che insegiuto ad incidenti stradali potrebbero trovarsi in queste condizioni. Basta un minuto del vostro tempo per firmare la petizione ed aiutare tante persone. Grazie.

 images_(2)65.jpg

 


Associazione Passi & Ruote APS    Contatta l'autore della petizione

Firma questa petizione

Firmando, autorizzo Associazione Passi & Ruote APS a trasferire le informazioni che fornisco in questo modulo a coloro che hanno facoltà su questo argomento.


O

Riceverai un messaggio email con un link per la conferma della tua firma. Per assicurarti di ricevere le nostre e-mail, aggiungi info@petizioni.com alla rubrica o alla lista dei mittenti attendibili.

Si noti che non é possibile confermare la propria firma rispondendo a questo messaggio.




Annunci pubblicitari a pagamento

Promuoveremo questa petizione a 3000 persone.

Per saperne di più...